giovedì 8 marzo 2012

iFormazione: Felicità, virtù e ragione

da iFormazione: Ogni arte, ricerca, azione e scelta, avviene in vista di un fine che appare valente e desiderabile. I fini delle attività umane sono diversi e alcuni di essi sono bramati al fine di intenti superiori; per esempio, si desidera la ricchezza per la soddisfazione e il piacere che da essa può derivare.
Ci deve essere un bene supremo, un traguardo desiderato da tutti in quanto tale, ossia un bene sommo , che Aristotele identifica con la felicità.
L' uomo sarà felice se vive secondo ragione; e questa è la virtù. Alla vita secondo virtù è congiunto il piacere. La vita è la vera attività dell' uomo ed il piacere rende perfetta qualsiasi solerzia umana, alimentandola e motivandola....continua a leggere